Home | Disabili

Disabili

Affrontare efficacemente problemi inerenti a patologie conclamate, ma anche intervenire con altrettanta efficacia per la prevenzione, il benessere totale, lo stile di vita. È così che i centri Palaia guardano oltre.

Definire la disabilità è un’impresa dai risultati sfuggenti, a causa dell’esistenza di molteplici forme di menomazione, minorazione o handicap. Tanto più che la disabilità può essere sia permanente sia temporanea, sia singola sia plurima, sia fisica sia psichica. Da ciò deriva il fatto che il benessere di ciascuna persona disabile deve essere perseguito non solo in relazione al tipo di disabilità da cui è affetta, ma anche in relazione al complesso della sua condizione e dei vissuti personali.

Funzioni

L’approccio integrato dei centri Palaia tratta le disabilità rispetto alle funzioni principalmente interessate e a quelle concorrenti: neuro-muscolo-scheletriche (correlate o no al movimento), dei sistemi cardiovascolare, ematologico, immunologico e respiratorio, dell'apparato digerente e dei sistemi metabolico ed endocrino, dell’apparato urinario, della sensorialità, delle facoltà mentali. Rispetto a ciò, le direzioni di intervento saranno principalmente rivolte al miglioramento del movimento, della cognizione, dell’interazione con le altre persone e con l’ambiente, dell’allontanamento del dolore fisico, del benessere psicologico.

Percorsi

Le cause di disabilità temporanea sono tantissime: traumi, problemi reumatologici, esiti da interventi chirurgici, disfunzioni neurologiche e motorie, limitazioni sensoriali ecc. I centri Palaia approntano programmi riabilitativi multidisciplinari, che, in alcuni casi, prevedono anche l’uso di macchinari appositi e l’esercizio rieducativo in acqua, nella piscina attrezzata Palaia.

Rispetto alle disabilità permanenti, i percorsi di intervento, come già detto, sono articolati in relazione alla specificità dei casi e alle occorrenze collegate. In molte circostanze, l’approccio integrato dei centri Palaia permette di prevenire e/o curare patologie da usura, derivate da carichi o movimenti innaturali, oppure l’obesità conseguente al mancato movimento (neurolesi e motulesi). In questo tipo di percorso, il programma Palaia mette in campo l’intervento del cardiologo, dello pneumologo, del nutrizionista, del fisiatra e del fisioterapista.
I problemi relativi al movimento e all’equilibrio, inoltre, possono essere affontanti anche con una valutazione della postura statica, dinamica e stabilometrica, seguita dall’eventuale progettazione e dalla realizzazione di plantari personalizzati.

Riabilitazione neurologica

Indipendenza e autonomia decisionale sono gli obiettivi perseguiti dai centri Palaia nei casi di riabilitazione neurologica, riguardanti persone con disabilità secondaria, per effetti di lesioni del sistema nervoso. Il trattamento risponde a programmi di recupero di tipo multidisciplinare, volti a migliorare le funzioni, ridurre i sintomi e incrementare il senso di benessere delle persone affette, all’interno del proprio specifico sociale e nella relazione con le loro famiglie.

Sport

Disabilità e sport sono concetti sempre più reciprocamente compatibili. Anzi, proprio nell’attività sportiva, probabilmente meglio che in altri campi, sembra esaltarsi la dimostrazione delle capacità cosiddette di diversabilità, attraverso le quali le limitazioni psico-fisiche appaiono come una pre-condizione di ammissibilità alla competizione (una delle “regole del gioco”) e non di esclusione. Paradossalmente, infatti, un soggetto cosiddetto normodotato che accettasse di gareggiare alle condizioni di un soggetto diversabile sarebbe scarsamente competitivo, come lo sarebbe forse anche un campione dell’NBA in una partita di baskin.

 

I centri Palaia, specializzati in Medicina dello Sport, seguono il disabile nella preparazione e nella pratica dell’attività sportiva, contemplando, in programmi specifici, gli effetti della combinazione tra le peculiarità della patologia e le particolarità della disciplina sportiva scelta. Come per l’atleta cosiddetto normodotato, anche per lo sportivo disabile i centri Palaia mettono in campo specialisti (cardiologo, pneumologo, fisiatra, fisioterapista, medico dello sport, preparatore atletico), programmi di allenamento e approcci integrati per il miglioramento della performance e per l’eventuale recupero da traumi o patologie da sovraccarico.