Home | News | Protocollo Palaia, la gestione dell’atleta diventa totale

Protocollo Palaia, la gestione dell’atleta diventa totale

Si chiama gestione dell’atleta ed è il protocollo multidisciplinare firmato Gruppo Palaia, per il benessere e il rendimento dello sportivo.

«La filosofia di lavoro dei nostri centri - sottolinea il dott. Giuseppe Palaia - è quella di non curare il ginocchio, la spalla o la caviglia, ma di ascoltare e valutare la persona nella sua globalità. In questo caso, l’atleta che ha un problema al ginocchio, alla spalla o alla caviglia».

Prevenzione, cura, stato di forma, valutazione e monitoraggio. Sono le quattro grandi aree di intervento previste dal protocollo, attraverso il quale la presa in carico dello sportivo è totale.

Sul fronte della prevenzione, i centri dispongono i test isocinetico e propriocettivo, per il monitoraggio rispettivamente degli squilibri muscolari e degli squilibri articolari negli arti inferiori. Ad essi si affiancano la misurazione della composizione corporea, la valutazione dello stato nutrizionale, lo studio posturale statico, dinamico e stabilometrico.

Per la cura, le fasi previste sono di tipo diagnostico, riabilitativo-funzionale (in palestra e in piscina) e di riatletizzazione sul campo. La riabilitazione metet a disposizione dell’atleta terapie fisiche di ultima generazione, come tecar terapia, laser terapia, ultrasuoni, game ready, diamagnetica, ipertermia, vibrotraining, onde d’urto, mesoterapia, agopuntura, terapia manuale, idrokinesiterapia.

Lo stato di forma è controllato e gestito attraverso gli esami ematochimici appropriati, la valutazione dello stato di overtraining e di overreaching, i test da campo (in accordo con lo staff tecnico dell’atleta).

La valutazione e il monitoraggio dello stato di forma e di salute, invece, sono azioni calibrate in relazione al calendario stagionale dell’atleta.

Nel periodo di preparazione che precede l’attività agonistica, i Centri Palaia assistono lo sportivo con la visita medica e la certificazione di idoneità, gli esami ematochimici, il test di Mader (soglie aerobica e anaerobica), la misurazione della composizione corporea, la valutazione dello stato nutrizionale, il test isocinetico, il test propriocettivo e la valutazione posturale.

Tutti i test e gli esami iniziali vengono ripetuti poco dopo l’inizio della stagione, alla sosta di metà percorso e prima della fase finale.

Naturalmente, i Centri Palaia gestiscono professionalmente le fasi post-traumatiche, con modalità e tempi  all’avanguardia.

Il protocollo di gestione dell’atleta può essere applicato sia al singolo utente sia alle società professionistiche e ai loro settori giovanili.